Come Scegliere Un Pianoforte Elettronico

Sommario:

Come Scegliere Un Pianoforte Elettronico
Come Scegliere Un Pianoforte Elettronico

Video: Come Scegliere Un Pianoforte Elettronico

Video: Pianoforte digitale come sceglierlo, in prova demo YDPS54 Arius Yamaha a cura di borsarionline.it 2022, Ottobre
Anonim

Un pianoforte elettronico o digitale presenta una serie di innegabili vantaggi rispetto a uno convenzionale. La prima cosa sono, ovviamente, le dimensioni. Chiunque abbia avuto un normale pianoforte ricorderà quanto sia difficile trasportare un pianoforte da un appartamento all'altro. Qualche tormento. Il pianoforte digitale è compatto e leggero. Ma questa non è l'unica virtù del pianoforte elettronico. Se hai optato per un pianoforte digitale, alcuni consigli per acquistarne uno non ti faranno male.

Il pianoforte elettronico ha vinto la battaglia per il consumatore
Il pianoforte elettronico ha vinto la battaglia per il consumatore

Istruzioni

Passo 1

Prestare attenzione alla tastiera del modello in questione. Sulle tastiere progressive, il peso dei tasti diminuisce da sinistra a destra, il che significa che le note alte avranno il peso minore. Questa è una specie di cenno al pianoforte classico da parte degli sviluppatori, perché anche il martello del basso è più pesante lì, ed è necessario uno sforzo maggiore per estrarre un suono basso. Tuttavia, se sei abituato ai tasti normali, tieni presente che il pianoforte digitale ha una tastiera più reattiva.

Passo 2

La parte più importante di uno strumento elettronico è un generatore di suoni, che crea un suono specifico quando si premono tasti o pulsanti. Al momento, la polifonia di 128 suoni è già la norma.

Il numero di toni che un generatore di suoni può produrre è il numero di strumenti i cui suoni possono essere simulati dal pianoforte elettronico. Di solito sono incorporati i suoni del pianoforte stesso, dell'organo, del coro del violino, del clavicembalo e di varie combinazioni di questi strumenti tra loro.

Passaggio 3

Effetti aggiuntivi. Questi effetti consentono di rendere il suono diverso in ambienti diversi. In poche parole, puoi modificare il suono in una grande sala, in una piccola stanza e così via. Questo effetto è chiamato riverbero. Potrebbe essere presente un altro effetto. Questo è CORO. Raddoppia il suono di uno strumento, rendendolo più brillante. Il pianoforte elettronico ha anche un metronomo incorporato. Agisce allo stesso modo di uno meccanico, cioè il suo compito principale è battere il ritmo. Alcuni modelli consentono di modificarne il volume.

Passaggio 4

La capacità di registrare la melodia che hai suonato è molto importante, quindi sono preferiti i modelli con un registratore incorporato. Registrando e ascoltando, sarai in grado di capire dove stai commettendo errori. La maggior parte dei pianoforti elettronici ha fino a 3 tracce, ma alcuni modelli hanno 99 tracce.

Passaggio 5

Più potente è l'acustica incorporata, meglio è, anche se è una tecnica molto potente e non è economica. Nei modelli più costosi, l'acustica è integrata sia nella parte superiore che in quella inferiore e nei pannelli frontali. L'acustica economica di solito è solo in alto.

Passaggio 6

Prestare attenzione alla possibilità di collegare vari dispositivi al pianoforte. Devono essere presenti i fori per almeno due cuffie (in modo che sia l'insegnante che lo studente possano studiare senza disturbare nessuno), i connettori MIDI IN/OUT consentono di collegare due pianoforti. I connettori USB consentono di collegare il pianoforte elettronico a un computer e di collegare le unità flash al pianoforte.

Popolare dall'argomento